LA VARIANTE AL PGT

Sostenibilità, sovracomunalità, partecipazione attiva dei cittadini

L’Amministrazione di Gorgonzola, a seguito del processo partecipativo sulle Aree Nord, ha avviato una nuova Variante al Piano di Governo del Territorio, i cui principi ispiratori sono quelli della sostenibilità (in tutte le sue declinazioni), della sovracomunalità e della partecipazione attiva dei cittadini.
I cambiamenti di natura economica, ambientale ed amministrativa che hanno caratterizzato gli anni post Crisi del 2008, chiedono di guardare al territorio con un nuovo approccio che sia in grado di valorizzare e integrare il patrimonio ambientale, culturale, economico e sociale esistente, di coinvolgere il più possibile i cittadini di oggi e di domani nelle scelte e di costruire un progetto per la città che sappia declinare virtuosamente quella difficile relazione locale/sovralocale che rappresenta l’unica possibilità per costruire una prospettiva metropolitana di sviluppo per il nostro territorio.
Abbiamo ereditato un Piano di Governo del Territorio, che, dopo 5 anni, risulta in grandissima parte disatteso e inattuato.
Da una stima dello stato di attuazione delle previsioni insediative del vecchio PGT 2011, emerge che gli Ambiti di Trasformazione che hanno trovato attuazione, corrispondono solo all’1% delle previsioni, l’8% degli ambiti risulta in itinere (tra cui l’ATP1 C.na Antonietta e C.na Giugalarga – ex PL C6), e il restante 91% delle previsioni non sono attuate.
Era un Piano molto ambizioso, che prevedeva un incremento demografico e una serie di opere pubbliche che risultano, ad oggi, fuori scala per le dimensioni, costi e le prospettive della nostra comunità.
Con questa Variante vogliamo affrontare il tema delle Aree Nord, da un punto di vista inedito e concreto che è stato il frutto del percorso partecipato “Gorgonzola 2030”, e intervenire su alcuni ambiti di trasformazione, non attuati, sui quali abbiamo verificato le condizioni di fattibilità economica e funzionale alla luce delle nuove condizioni del contesto.
L’obiettivo ultimo di questa Variante è quello di abbandonare una stagione urbanistica espansiva e di crescita solo quantitativa per puntare sulla qualità del nostro territorio, dei suoi luoghi identitari e storici e della vita della nostra comunità.
In questo scenario, il nuovo PGT di Gorgonzola mostra la necessità di una visione strategica che, pur concentrandosi principalmente sul nuovo Documento di Piano, sappia esprimere una nuova visione d’insieme per la città e il suo territorio con le sue articolate risorse e potenzialità: rappresentate ad esempio dai beni paesaggistico-ambientali del Naviglio della Martesana e del centro storico, dalle reti sociali, dalle componenti economiche, dal mondo agricolo, così come dalla sfera delle attività culturali.
Il nuovo Documento di Piano di Gorgonzola si pone inoltre come obiettivo e assume la valenza di vero e proprio documento strategico con una connotazione dinamica, capace di anticipare proposte e progetti concreti nati durante il processo di pianificazione; con una visione di progetto sociale ed economico capace di affrontare i temi prioritari – ma non esclusivi – del sistema insediativo, della rete ecologica, ambientale e della mobilità, coinvolgendo istituzioni pubbliche, stakeholder e cittadini.

 

 

Serena Righini

Assessore a Programmazione e sviluppo del territorio,
Area metropolitana, Mobilità, Politiche ambientali,
Smart city, Progetti di trasformazione, Riqualificazione urbana